Il tappetino fitness è un un accessorio che bisogna avere a tutti i costi in palestra. Risulta essere impensabile infatti presentarsi in sala aerobica o nelle zone dedicate allo stretching senza di esso.

Come risulta essere facile intuire, lo scopo di questo accessorio è rendere maggiormente confortevole l’appoggio del corpo sopra al pavimento, salvaguardandolo dal freddo e dalla possibile presenza di umidità. Vediamo come scegliere un tappetino fitness adatto alle proprie esigenze.

Tipo di Utilizzo del Tappetino per Fitness

Risulta essere necessario avere chiaro quale sarà l’impiego principale, in quanto, alla pari di un’auto che per forza di cose non può abbinare prestazioni da urlo in fuoristrada e allo stesso tempo essere agile nel traffico e avere un motore potente, anche un semplice materassino da palestra non si presta a tutti i corsi a cui hai intenzione di prendere parte.

Se hai intenzione di acquistare un tappetino costoso, devi assicurarti che ti duri nel tempo. Ovviamente la longevità di un tappetino oltre alla qualità è strettamente connessa al modo con il quale viene impiegato.
-Con le scarpe o senza.
-Lavato costantemente ed igienizzato o lasciati lì a prender polvere.
-Collocati nei rack o abbandonati sul pavimento della sala.

Come risulta essere ovvio che sia vi sono diverse scuole di pensiero, c’è chi punta su tappetini economici rimpiazzandoli ogni 6 o 12 mesi e chi punta su prodotti di qualità maggiore per avere una maggiore durata.

Materiali del Tappetino Fitness

Vediamo quali sono i materiali con i quali vengono prodotti numerosi tappetini in commercio.

PVC
Un materiale eccellente sia per quel che concerne l’igiene che il grip sul pavimento. Nella maggioranza dei casi è conveniente anche il rapporto tra qualità e prezzo dei tappetini fitness in PVC, tuttavia, nonostante si tratti di plastica riciclabile, a causa dei costi abbastanza ingenti non viene recuperata del tutto.

NBR
Questa gomma di tipo sintetico è particolarmente soffice e questa caratteristica è strettamente connessa alla densità, cioè al quantitativo di aria presente al suo interno. In genere con questo tipo di materiale vengono realizzati i tappetini che possono variare dagli uno ai due centimetri di spessore e si contraddistinguono per assicurare una protezione invidiabile alle zone del corpo in appoggio.

EVA
Uno speciale materiale plastico espanso, inespugnabile per batteri e funghi ed anallergico. Ecco perché viene impiegato per pavimentazioni e giochi destinati ai più piccoli. I tappeti prodotti con questo materiale si contraddistinguono per la loro longevità, per offrire un’eccellente salvaguardia a gomiti, ginocchia e schiena e fornire un’invidiabile resistenza agli urti.

Polietilene espanso reticolato
Con questo materiale estremamente leggero, dotato di discrete caratteristiche di assorbimento degli urti, vengono prodotte le stuoie più a basso prezzo. Con il passare del tempo il polietilene espanso reticolato ha la tendenza ad appiattirsi e comprimersi e può danneggiarsi con estrema facilità se viene a contatto con oggetti appuntiti. Ecco perché consigliamo l’acquisto di tappetini in polietilene solo se si ha intenzione di cambiarli di anno in anno.

Poliuretano espanso elastico
Questo materiale è famoso ai più con il nome di gommapiuma, viene impiegato nei tappetini rivestiti in fogli di PVC termosaldati, la cui qualità è strettamente connessa alla stessa densità del poliuretano.
Come risulta essere facilmente intuibile quelli ad elevata densità presentano una maggiore longevità e qualità in confronto a quelli a bassa densità, facilmente danneggiabili e meno protettivi.

Dimensioni

Numerosi proprietari di centri fitness preferiscono puntare su stuoie della lunghezza di cento o centoventi centimetri, sostenitori della tesi che un impiego generico è caratterizzato principalmente da esercizi che vedono impiegato l’appoggio del tronco, tenendo fuori le gambe e di conseguenza evitando il contatto delle scarpe con la superficie del mat.

Così facendo è possibile evitare l’attrito che può finire per rompere ed usurare il tappeto e si preserva l’igiene. Di certo i tappetini corti non sono l’ideale per tutte le attività e quindi anche in questo caso bisogna valutare l’impiego.

Prezzo dei Tappetini Fitness

Un altro aspetto da non sottovalutare è il budget a tua disposizione nella scelta del tappetino. Contrariamente a quello che molti potrebbero essere erroneamente portati a pensare, il costo di un tappetino da palestra può partire dai 3 euro fino a raggiungere i 120 euro.

Il più delle volte il prezzo è commisurato alla qualità. Ovviamente spendere tanto non significa garantirsi l’eccellenza. Devi sempre prendere in considerazione l’affidabilità e la fama del marchio.

Per scegliere il tappetino fitness giusto è quindi indispensabile valutare l’utilizzo che si vuole fare e, in base a questo, decidere quanto spendere.