In questa guida spieghiamo come scegliere l’ellittica per allenarsi e indichiamo quali sono i fattori che non possiamo fare a meno di prendere in considerazione nell’acquisto di questo moderno attrezzo da palestra che sta riscuotendo sempre più successo grazie ai notevoli benefici che è in grado di offrire in termini di tonificazione e dimagrimento.

Prima di scoprirli, vediamo brevemente cosa risulta essere una bicicletta elittica ed il suo funzionamento.

Come Funziona la Bici Ellittica

L’ellittica è un particolare attrezzo, utilizzato per svolgere un allenamento di tipo aerobico, composto da 2 manubri e 2 pedali mobili che permettono a chi li utilizza di ruotare braccia e gambe, finendo per riprodurre un movimento più simile allo sci di fondo che alla corsa vera e propria.

Il suo nome deriva dai movimenti di tipo ellittico eseguibili con essa, sintesi perfetta di quelli realizzabili con cyclette, tapis roulant e stepper con il risultato di un’esperienza di fitness più completa in termini di tonificazione e dimagrimento e maggiore sicurezza visto che, a differenza degli attrezzi già citati, va a sollecitare in modo minimo le articolazioni e permette di allenarsi anche se si è in forte sovrappeso o fuori allenamento.

Fatte le dovute premesse, vediamo come scegliere l’ellittica e quali sono i fattori che non possiamo fare a meno di considerare

Resistenza della Bici Ellittica

Come abbiamo avuto modo di vedere, questo attrezzo consente di eseguire un allenamento più leggero, rispetto ad attrezzi come cyclette, tapis roulant e stepper, ma anche di ottenere maggiori risultati in termini di dimagrimento e tonificazione, pertanto è in grado di adattarsi a diverse esigenze. Dalla ginnastica dolce al fitness più impegnativo.

Ecco perché il primo fattore da prendere in considerazione nello scegliere un’ellittica è l’intensità d’allenamento e di conseguenza, il tipo di resistenza esercitato dall’ellittica.

Quando parliamo di resistenza parliamo di una forza che va ad opporsi all’azione esercitata. Nel caso dell’ellittica, la resistenza va ad opporsi al movimento ellittico.

Ogni ellittica è dotata di una resistenza, la differenza sta nella tipologia di questa. Essa infatti può essere magnetica, meccanica ed elettromagnetica

-Resistenza magnetica o elettromagnetica
Questo tipo di ellittiche sono dotate di un sistema automatico che alla pressione di un tasto permette di aumentare o diminuire la difficoltà di esecuzione del movimento.

-Resistenza meccanica
In questo caso la resistenza deve essere regolata manualmente servendosi di una manopola che in genere si trova sotto al pannello di controllo.

Un ulteriore aspetto che differenzia un modello dall’altro è il numero di livelli di resistenza che è possibile selezionare. Le ellittiche di fascia medio bassa in genere dispongono di 6 o 8 livelli di resistenza al massimo, mentre i modelli più costosi possono presentare fino a 18 resistenze.

A prescindere dal tipo di ellittica scelta, se si è in forte sovrappeso o fuori forma, è sempre bene partire con un livello di resistenza più basso per poi aumentare gradualmente la difficoltà dell’allenamento. In caso contrario si potrebbe finire per compromettere lo stato delle articolazioni, specialmente le ginocchia.

Struttura e Volano dell’Ellittica

Scegliere un’ellittica dotata di un’ottima stabilità è fondamentale perché oltre a garantirsi un attrezzo robusto e duraturo, resistente all’usura del tempo, ci si assicura un’ellittica in grado di adattarsi al proprio peso e alle proprie esigenze di allenamento.

Entrando nello specifico, gli aspetti da prendere in considerazioni sono il peso massimo sostenibile e le caratteristiche del volano, componente imprescindibile della struttura della bici ellittica.

Vediamo questi due aspetti in maniera più dettagliata.

-Peso sostenibile e peso della struttura dell’ellittica
Lo stesso peso dell’attrezzo ci offre informazioni chiare riguardo la stabilità della sua struttura, visto che rappresenta un chiaro indicatore della robustezza e della qualità dei materiali utilizzati e di quella del volano. Tra l’altro ci offre indicazioni importanti riguardo al peso massimo del suo utilizzatore.

Per capire quale risulta essere la struttura più adatta alla propria corporatura, bisogna tenere presente che le ellittiche più leggere non pesano più di 15 chilogrammi e possono essere utilizzate da persone con un peso di massimo 95 o 100 chili.

Le bici ellittiche di fascia media, invece, in genere hanno un peso che va dai 15 ai 30 chili e sono in grado di sostenere persone fino a 125 chili di peso.

Infine vi sono gli attrezzi di fascia alta, con un peso superiore ai 50 chilogrammi ed in grado di sorreggere persone fino a 130 o 140 chili di peso.

-Volano
Come la cyclette, pure l’ellittica è dotata di un volano, ossia di un disco di metallo al quale sono agganciati i 2 pedali, indispensabili per allenarsi. Ma ogni volano è differenze. Per esempio, un volano pesante dona robustezza e stabilità all’intero attrezzo bici ellittica, tuttavia, oltre al suo peso bisogna valutare altre caratteristiche come le seguenti.

Tipologia
Le bici ellittiche più economiche dispongono di un volano meccanico, sistema che rende meno fluido il movimento, oltre che più rumoroso.

Gli attrezzi di fascia media invece dispongono di un volano di tipo magnetico, in grado di garantire una pedalata più agevole e silenziosa.

Nella fascia alta invece troviamo attrezzi provvisti di volano elettromagnetico, contraddistinti da un controllo elevatissimo dello sforzo e dei movimenti. Questo tipo di bici ellittiche sono indicate per allenamenti a livello agonistico.

Posizione del volano sull’ellittica
Le bici ellittiche possono avere un volano posizionato anteriormente o posteriormente. A seconda di dove si trova il volano, possiamo identificare due diversi tipi di attrezzi, che si differenziano tra loro anche per una piccola variazione nel tipo di allenamento che può essere praticato.

Di solito le ellittiche provviste di volano anteriore hanno la capacità di sostenere prestazioni atletiche maggiormente elevate, visto che permettono una falcata ampia, che si discota di poco da una vera e propria pedalata. Le ellittiche con volano anteriore si contraddistinguono per una struttura maggiormente solida ed ingombrante, non a caso generalmente le troviamo nelle palestre. L’uso domestico è consigliato solo alle persone con un peso importante o una statura particolarmente elevata.

La maggioranza delle ellittiche in commercio, invece, dispone di un volano posteriore, caratteristica che permette un ingrombro minore, ma anche una falcata inferiore.

Peso
Risulta essere inoltre necessario tenere in considerazione il peso del volano, visto che influenza la stabilità dell’intero attrezzo. Può andare da un minimo di 9 chili fino ad un massimo di 18 o 20 chili.

Ellittica e Dati Disponibili

Durante una sessione di allenamento è fondamentale controllare lo sforzo non perdendo mai di vista alcuni parametri che consentono di capire l’andamento della prestazione sportiva. Preziose indicazioni che la bici ellittica fornisce a chi la utilizza attraverso uno schermo.

Come è ovvio che sia, le suddette informazioni possono variare sia nelle modalità di visualizzazione che nel numero. Vediamo quali dati è possibile visionare nel corso di una sessione di allenamento con una bici ellittica.

-Durata dell’allenamento
Il tempo è sicuramente il parametro più interessante per la maggioranza degli utilizzatori. Tutti le bici ellittiche munite di schermo consentono di visualizzare la durata dell’allenamento, sia nel mentre che una volta terminato.

-Attività cardiaca
Quando l’attrezzo è dotato di sensori di rilevazione del battito cardiaco, in genere collocati nei due manubri montati vicino alla consolle, è possibile controllare l’attività cardiaca mediante lo schermo

Certi modelli permettono anche di utilizzare una fascia cardiaca per monitorare il battito in modo ancora più accurato.

-Conteggio calorie
La maggioranza delle ellittiche permette di controllare le calorie bruciate durante le sedute di allenamento. Ovviamente questo dato va preso con le molle, viste le tante variabili in gioco, come età, sesso, corporatura, alimentazione.

-Distanza percorsa
Anche questa funzione ci offre la possibilità di quantificare lo sforzo. Funzione ovviamente disponibile su ogni ellittica, come su una cyclette e un tapis roulant.

-Difficoltà dell’allenamento
I dispositivi muniti di resistenza elettromagnetica permettono di visualizzare sul display anche informazioni riguardanti il livello di resistenza impostato e tenuto nel corso della seduta di allenamento.

Alcune di questi strumenti consentono di registrare le informazioni, al fine di tenere traccia dei propri progressi e stilare un vero e proprio piano di allenamento strutturato per obiettivi.

Unitamente alla tipologia dei dati rilasciati, le ellittiche si differenziano pure in funzione della modalità con la quale questi vengono visualizzati dall’utilizzatore.
A seconda del costo, troveremo infatti attrezzi dotati di pannelli di controllo estremamente dettagliati e non. I modelli più costosi dispongono di pannelli di controllo di facile lettura, dotati di schermi retroilluminati facili da leggere. Mentre le ellittiche appartenenti alla fascia più economica sono dotate di piccole finestrelle che non garantiscono una visibilità ottimale e che nella maggioranza dei casi, consentono di visualizzare i dati uno alla volta.

Programmi di Allenamento dell’Ellittica

Un altro aspetto che fa la differenza nella scelta di un’ellittica è la possibilità di impostare programmi già presenti in essa. Una particolarità che ne facilita l’utilizzo ed ovviamente fa salire il costo.

Vediamo cosa significa programma di allenamento preimpostato. Grazie a questa funzionalità è possibile effettuare un tipo di allenamento la cui intensità e durata sono impostate in automatico dall’attrezzo in funzione del criterio stabilito dall’utilizzatore, come distanza da percorrere, numero di calorie da bruciare, tempo.

Come se non bastasse vi è la possibilità di effettuare un allenamento con dei programmi specifici, tipo quelli che vanno a regolare l’intensità della seduta in funzione dell’attività cardiaca rilevata.

I modelli che si caratterizzano per un prezzo di vendita basso sono di solito anche degli attrezzi molto essenziali e non prevedono mai la possibilità di sfruttare tali allenamenti automatici per cui sarà l’utente che, al raggiungimento di un determinato lasso di tempo o distanza percorsa, potrà scegliere di porre fine alla propria sessione di attività aerobica.

Ingombro della Bici Ellittica

Anche questo aspetto è importante nella scelta di un’ellittica, specialmente se non si ha molto spazio in casa a disposizione.

Ovviamente quando si parla di ingombro di un’ellittica si fa riferimento alle dimensioni dell’apparecchio in funzione, visto che più imponente sarà la sua struttura, maggiore sarà l’ampiezza del movimento che è possibile eseguire.

Le dimensioni dell’attrezzo vanno scelte anche in funzione della propria corporatura. Per esempio, chi è particolarmente alto non potrà fare a meno di scegliere un modello molto lungo, visto che in caso contrario sarà impossibilitato a muoversi in modo corretto.

A prescindere dalle singole esigenze, in linea generale si raccomanda di non scegliere ellittiche inferiori a 1 metro, visto che in caso contrario durante l’allenamento potrebbe diventare difficoltosa anche l’esecuzione del movimento più semplice.

Se si ha poco spazio a disposizione sarebbe preferibile scegliere un’ellittica richiudibile, in modo da poterla riporre facilmente dopo l’utilizzo. Purtroppo però in genere solo i modelli base offrono questa opportunità.

Per tale ragione, chi avesse la necessità di sostenere sedute di allenamento intense, non potrà fare altro che accettare il maggior ingombro in casa.

Durante l’acquisto bisogna prendere in considerazione anche l’eventuale presenza di rotelle, specialmente se si ha intenzione di spostare l’ellittica dove averla utilizzata.

Marca Ellittica

Oggi non c’è che l’imbarazzo della scelta viste le tante case che producono attrezzi fitness.

Il consiglio è quello di puntare su un’azienda famosa, solida, con tanti anni di esperienza alle spalle e che presenta numerosi centri di assistenza sul territorio. In questo modo sarà più facile correre ai ripari nel caso in cui dopo l’acquisto l’attrezzo finisse con il presentare qualche problema di funzionamento.

Tra i produttori di ellittiche più famosi ed affidabili segnaliamo Technogym, Kettler, Diadora, CapitalSports e Klarfit

Prezzo Ellittica

Anche il prezzo è importante, visto che come è facilmente intuibile varia in funzione della qualità dell’attrezzo.

Le ellittiche più costose sono indicate per le palestre più che per un uso domestico. Queste vanno a differenziarsi di costo in base ad alcune caratteristiche tecniche come le seguenti.

-Tipo di resistenza
-Peso del volano
-Funzionalità aggiuntive
-Comodità d’uso

Per meglio intenderci, vediamo quali sono in genere le fasce di prezzo di un’ellittica.

Da 150 a 200 euro
In questo intervallo troviamo gli attrezzi più economici, che rappresentano la soluzione ideale per chi non ha grosse pretese in termini di allenamento.

Da 200 a 400 euro
In questa fascia di prezzo è possibile trovare delle ottime ellittiche, affidabilissime per l’uso domestico. Attrezzi di ottima fattura, ma ovviamente non in grado di reggere il paragone con i modelli più avanzati.

Da 400 euro in su
In questa fascia di prezzo troviamo le ellittiche più avanzate e solide, ideate per gli allenamenti più estremi. Si va da un minimo di 400 euro fino ad arrivare a 1000 euro ed oltre per gli attrezzi impiegati nelle palestre.