In questa guida spieghiamo come scegliere i guantoni da boxe.

Anche se la domanda farà sorridere alcuni, si tratta di un’operazione non banale, vista l’importanza di questo accessorio. I guantoni da boxe infatti permettono ai pugili di evitare lesioni e fratture alle mani durante l’allenamento con il sacco e gli incontri contro un avversario. In base al tipo di impiego e il rapporto con il peso del pugile, è possibile scegliere fra differenti tipi di guantoni. Premesso ciò, vediamo come scegliere i guantoni da boxe.

Taglia dei Guantoni da Boxe

Sui guantoni da boxe è presente un’etichetta dove risulta essere riportata la taglia espressa in once, con la dicitura OZ. Questa unità di misura, in genere adottata solo nel Regno Unito, viene impiegata in tutto il mondo per indicare la taglia dei guantoni da boxe.

Con il passare degli anni le dimensioni sono aumentate, fino a giungere all’attuale misura standard da combattimento, pari a dieci once, ce corrispondono a 284 grammi.

Si tende a fare una differenziazione del peso del guanto in base al peso corporeo del pugile, tuttavia, non vi sono regole prestabilite, visto che in palestra è possibile scegliere tra differenti modelli. In genere la scelta viene effettuata dal tecnico sportivo in base alla preparazione, all’esperienza e alla tipologia di esercizio che deve affrontare il pugile.

In competizione vi sono invece delle regole fisse che devono essere opportunamente rispettate.
Sei once per pugili con un peso al di sotto dei quarantacinque chili.
Otto once per pugili con un peso che va dai quarantacinque ai sessantacinque chili.
Dieci once per pugili con un peso che va dai sessantacinque ai sessantotto chili.
Dodici once per pugili con un peso che va dai settantotto ai novanta chili.
Dalle 14 alle 20 once per pugili con un peso che supera i 90 chili, in base al tipo di protezione che si desidera.

Guantoni da Boxe e Tipo di Allenamento

I diversi impieghi che possono avere dei guantoni da boxe in genere sono i seguenti.
Sessioni di sparring, ossia simulazione del combattimento.
Allenamento con il sacco.
Combattimento dilettantistico.
Combattimento professionale

Vediamo dunque nel dettaglio i diversi modelli da guantoni da boxe che è possibile utilizzare in base al tipo di allenamento.

Guantoni da allenamento o da sacco
Per l’allenamento con il sacco in genere vengono impiegati guantoni leggeri, o con un’imbottitura di poco conto, perché in questi casi sarà sufficiente proteggere le mani del pugile solo dagli urti contro il sacco e non da quelli derivanti dal contatto con l’avversario.
Il peso può variare, ma in genere la scelta è soggettiva in base alla tipologia di allenamento che si esegue. Alcuni tendono a scegliere guantoni pesanti per poi passare a guantoni più leggeri. Oppure, guantoni leggeri per essere più rapidi durante l’allenamento e fare fiato.

Modelli da sparring
I guantoni da sparring vengono adottati per simulare un combattimento. Essi presentano una maggiore imbottitura, in modo da non provocare danni alle mani e agli avversari. Ovviamente alla pari degli incontri, anche gli allenamenti con lo sparring vengono eseguiti tra soggetti appartenenti alla medesima categoria di peso, chi ha un peso superiore agli 80 chili dovrebbe indossare guantoni da almeno diciotto o venti once.
Ovviamente durante lo sparring entrambe i pugili devono indossare guanti dello stesso peso, in caso contrario uno dei due finirà con l’essere avvantaggiato.
Detto ciò, è sempre consigliabile scegliere guantoni molto imbottiti al fine di evitare traumi e lesioni per poi, una volta acquisita maggiore esperienza nel gestire forza e movimenti, diminuire il peso.

Modelli da combattimento dilettantistico.
Questo tipo di guantoni viene impiegato per i combattimenti ufficiali, pertanto necessitano di essere approvati da una commissione. Come risulta essere ovvio che sia, le dimensioni varieranno in base alla classe di peso dei pugili, presenteranno un’imbottitura maggiore e la chiusura sarà a velcro e la misura di riferimento è pari a 10 once.

Modelli da combattimento professionistico
Negli incontri di pugilato professionistico i guantoni di solito sono più piccoli.
Questi modelli si caratterizzano per la chiusura classica a lacci regolabili, che vengono opportunamente coperti da nastro adesivo, in modo da evitare di graffiare l’avversario nel corso dell’incontro.
Quando nel corso di un incontro professionistico vi è in palio un titolo, i guantoni da boxe dei due pugili dovranno essere obbligatoriamente identici ed ovviamente nuovi da garantire che entrambi i contendenti partano effettivamente alla pari.

Conclusioni

Se i guantoni da boxe sembrano scomodi e stretti è bene non disperare, in genere nel giro di un paio di settimane tendono ad allargarsi, divenendo sempre più comodi, fino ad aderire perfettamente alla mano.

Prima dell’acquisto è inoltre importante assicurarsi di scegliere una misura che permetta di disporre di abbastanza spazio per l’inserimento delle bende che dovranno sempre essere indossate sotto ai guanti, sia durante l’allenamento che durante il combattimento.