Tra gli sport da home fitness, la boxe rappresenta in assoluto una delle attività fisiche migliori, oltre che probabilmente quella più divertente. Acquistare un sacco da boxe significa avere l’occasione di praticare uno sport utile per il nostro organismo, in quanto in grado di migliorare il sistema cardiocircolatorio, di potenziare la struttura muscolare, di migliorare la postura e ovviamente di scaricare in modo semplice e veloce tutto lo stress accumulato durante la giornata. Il sacco è anche molto semplice da montare, dunque adatto sia ai boxeur esperti che ai neofiti che desiderano semplicemente avere qualcosa per mantenersi in attività. Oggi vedremo dunque come scegliere il sacco da boxe.

Quando decidi di comprare un sacco da boxe, esistono diversi aspetti che dovrai valutare prima di procedere al suo acquisto. Il mercato propone infatti diverse tipologie di sacchi che possono essere più o meno indicati per un allenamento leggero, o per un allenamento competitivo, a fare la differenza, dunque, intervengono fattori come i materiali di riempimento, il peso e dunque l’oscillazione, la qualità dei rivestimenti esterni, le dimensioni, il supporto e persino gli accessori. Ecco che la cosa migliore da fare è analizzarli uno per uno, così che tu possa decidere in autonomia quale tipo di sacco da boxe risulta essere la scelta più adatta per le tue specifiche esigenze.

Riempimento del Sacco da Boxe

Uno degli aspetti più importanti da considerare, quando decidi di capire come scegliere un sacco da boxe, sono i materiali di riempimento. Da essi dipende la resistenza del sacco, che potrebbe rompersi nel caso di pugni troppo forti, o risultare eccessivamente duro per i boxeur meno esperti. Da questo punto di vista, potresti trovare sacchi con all’interno diversi recipienti in plastica pieni di acqua, utili per i neofiti, ma eccessivamente fragili per i professionisti.

Nel loro caso, infatti, la scelta migliore è il sacco da boxe con riempimento in sabbia, una soluzione molto valida anche per chi non ha mai tirato un pugno, dato che alcuni modelli risultano più morbidi e accessibili per via di un ulteriore rivestimento interno in pelle o stracci per attutire i colpi. Infine, va anche specificato che esistono modelli a basso costo di sacchi da boxe privi di alcun riempimento, ma gonfiabili, questi sono attrezzi indicati soprattutto per i giovani che si avvicinano allo sport.

Oscillazione e Peso del Sacco da Boxe

Dai materiali di riempimento dipende ovviamente il peso e, di conseguenza, l’oscillazione del sacco. Anche da questo punto di vista, i migliori sono i sacchi da boxe con un riempimento che includa sia sabbia che pelle o stracci, il motivo è dovuto al fatto che pesano di meno, e che garantiscono un livello di oscillazione buono. Per i professionisti, abituati a questo sport, i sacchi con riempimento in sola sabbia rappresentano invece un acquisto obbligato.

Per quanto concerne il peso, è sempre consigliabile acquistare un sacco da boxe che oscilli fra i 15 ed i 30 chilogrammi, quelli superiori ai 30 chili, infatti, sono consigliati soprattutto ai boxeur professionisti. Di fatto, esiste anche una formula matematica per stabilire il peso più indicato per il tuo sacco, ti basterà prendere il tuo peso corporeo e dividerlo togliendo qualche chilo extra, ottenendo così il peso perfetto del tuo attrezzo.

Da sottolineare, poi, che i sacchi da boxe compresi tra 10 e 20 chili risultano essere perfetti anche per gli atleti che vogliono allenare la velocità delle braccia, dato che la maggiore oscillazione consente di effettuare uno due e altre combinazioni come il gancio diretto in modo molto più veloce, allenando dunque anche i riflessi. I sacchi pesanti, ovvero quelli che superano 30 chili, sono invece consigliati per rinforzare la muscolatura, il polso e la potenza del colpo, e sono spesso consigliati soprattutto agli atleti che pesano dagli 80 chili in su. Per i boxeur principianti o di livello intermedio, invece, quelli da 20 o 25 chili sono la soluzione ideale per allenare sia la potenza che la velocità dei colpi.

Sacco da Boxe e Impatto

I materiali interni ed esterni determinano anche la qualità dell’impatto che il pugno avrà sul sacco da boxe. La sabbia, infatti, garantisce una resistenza ed una sensazione del tutto diverse da un sacco riempito da recipienti d’acqua o da pelle e stracci, il contraccolpo per le articolazioni è infatti più pesante e dunque traumatico, ed è anche per questo motivo che un sacco di sola sabbia non è generalmente consigliato per chi inizia, perché i polsi necessitano di un allenamento e di una resistenza che appartiene solo a chi fa questo sport da anni.

Anche in questo caso, dunque, i sacchi che presentano un riempimento a base di pelle e sabbia risultano essere il compromesso più efficace per i principianti che comunque non vogliano rinunciare ad un sacco di qualità professionale. Va poi specificato che oggi il mercato presenta sacchi da boxe riempiti esclusivamente di stracci e di tessuti triturati, in questo caso, parliamo di prodotti ideali per i principianti.

L’impatto del pugno viene influenzato anche dai rivestimenti esterni, per questo motivo, è molto importante acquistare un sacco da boxe di qualità, proprio per via dei materiali in pelle che compongono il rivestimento, che devono essere morbidi ma anche duraturi.

Accessori e Supporto del Sacco da Boxe

In commercio esistono due tipologie di sacchi da boxe, quelli venduti con supporto in acciaio, somigliante ad una vera e propria sbarra per le trazioni, e quelli da appendere al soffitto. In questo caso va specificato che non esistono differenze sostanziali fra i due, se non a livello di praticità, un sacco da boxe con supporto in acciaio può essere infatti installato su una parete, mentre l’altro può essere appeso al soffitto. Tutto dipende dunque dalle tue necessità e dallo spazio che hai a disposizione, in ogni caso, assicurati sempre che il supporto verticale o da parete sia di grande qualità, e che il muro o il soffitto presso cui decidi di installare il sacco sia una parete portante o molto resistente, per evitare problemi.

Per quanto concerne gli accessori, assicurati sempre che la confezione del tuo sacco da boxe includa anche alcuni strumenti fondamentali per poterlo utilizzare, come, per esempio i guantoni, i ganci nel caso tu debba appenderlo al soffitto, e la sbarra nel caso sia a supporto. Nel caso dei guantoni, poi, è molto probabile che avrai il desiderio di acquistarne un paio professionale, nel caso tu non ne abbia già uno, però, la loro presenza all’interno della confezione è fondamentale.

Conclusioni

Chiudiamo la nostra guida su come scegliere un sacco da boxe con una precisazione sull’altezza, parliamo di un parametro che dovrai essere tu a regolare, e che dipenderà ovviamente dalla tua altezza, considerando che un sacco viene generalmente utilizzato per simulare un avversario di pari categoria, e che i colpi dovrebbero teoricamente raggiungere il viso del sacco. Anche da questo punto di vista, determinare l’altezza ideale per il tuo sacco da boxe è molto semplice, ti basterà, infatti, aggiungere 5 centimetri alla tua altezza. In questo modo potrai simulare al meglio la presenza di un avversario anche come oscillazione.