Se hai deciso di allestire una palestra in casa, dovrai necessariamente pensare a quali strumenti acquistare, non solo riflettendo sulla loro utilità, ma anche sulla sicurezza del loro utilizzo. Questa regola è importantissima quando si tratta di comprare un supporto per il bilanciere, una struttura che ti permetterà di utilizzare la panca proprio come la useresti in una comune palestra, dunque potendo contare su un supporto apposito.

Essendo i bilancieri carichi molto pesanti, è innanzitutto necessario considerare l’aspetto della sicurezza, un supporto poco stabile potrebbe infatti ribaltarsi e rischiare di farti molto male, o di danneggiare il pavimento di casa tua. Ecco perché oggi ti spiegheremo come scegliere il supporto per il bilanciere.

Un supporto per bilanciere ha la necessità di essere stabile, nonostante tutti i modelli riescano a garantire bene o male questo aspetto, va comunque specificato che esistono dei modelli più performanti di altri. Dunque, la prima differenza è basata sulle diverse strutture dei supporti che potrai reperire sul mercato. Sempre in termini di sicurezza, è importante che il supporto per bilanciere sia anche composto da un materiale solido e resistente, questo ti permetterà di potere contare su una struttura destinata a durare nel tempo. Poi esistono anche altri dettagli che possono fare la differenza e aggiungere valore al supporto, in questi casi, però, il prezzo inevitabilmente sale, sforando anche i 100 euro.

Il primo elemento da prendere in considerazione, come ti abbiamo già accennato in precedenza, è la struttura del supporto per il bilanciere. In commercio ne esistono sostanzialmente di due tipi, c’è il supporto a doppia rastrelliera e il supporto unico. Nel primo caso la struttura è composta da due pezzi indipendenti, due rastrelliere che ti consentono di personalizzare come desideri la distanza entro il quale collocarle. Nel secondo caso, invece, il supporto per bilanciere è composto da una struttura unica, con due rastrelliere collegate da una barra di metallo.

Le strutture a doppia rastrelliera indipendente occupano minore spazio e ti consentono di installarle personalizzandone l’ampiezza. Di contro, sono meno stabili dato che non sono messe in sicurezza da una barra di metallo a fungere da collegamento. Al contrario, le strutture uniche sono molto più stabili e sicure, ma occupano più spazio e hanno anche un costo maggiore.

Premesso che la struttura è l’elemento più importante, esistono anche altri dettagli da tenere in considerazione quando scegli un supporto per bilanciere. Per iniziare, il materiale, è preferibile scegliere i supporti in titanio, decisamente più resistenti. Inoltre, è anche possibile trovare dei supporti con altezza regolabile, in realtà, quasi tutti gli attrezzi reperibili sul mercato possiedono questa indispensabile caratteristica, siano essi a doppia rastrelliera indipendente o unica. Poi è possibile trovare dei supporti per bilanciere dotati di ulteriori caratteristiche, come ad esempio la presenza dei perni porta pesi.

Inoltre, un altro fattore importante è l’escursione in altezza, per esempio, se desideri utilizzare il supporto per fare squat dovrai sincerarti di avere abbastanza spazio da sfruttare in verticale. Ecco perché non tutti i supporti potrebbero fare al caso tuo, alcuni di essi, infatti, sono pensati solo per un utilizzo in combinazione con la panca. Altri, invece, sono più alti e ti permettono di usarli anche per lo squat. Inoltre, è importante scegliere sempre supporti per bilancieri appartenenti ai marchi più noti, così facendo, avrai la certezza di potere contare su due blocchi di sicurezza molto affidabili. Per quanto concerne il prezzo, si va da un minimo di circa 50 euro fino a superare 100 euro.